Saper esporre con la luce naturale. Guida all'esposizione in luce ambiente #536602

(1 recensione) Scrivi una recensione
7,99€
Comprare una macchina fotografica di un certo livello per poi scattare in automatico ha poco senso. Uno dei pregi delle reflex o delle mirrorless è che vi permettono di essere creativi. Sapere esporre correttamente è un passaggio fondamentale per la costruzione di una buona fotografia. Ed è un lavoro che la macchina fotografica raramente riesce a fare bene. Solo la vostra creatività può superare i limiti della fotocamera, ma per farlo dovete imparare ad esporre. Dovete essere voi ad avere il pieno controllo del processo di formazione dell'immagine. Dovete essere voi gli unici autori delle vostre fotografie. Lo scopo di questa guida è quello di insegnarvi a esporre correttamente in ogni situazione, sfruttando la sola luce naturale, con un uso sapiente delle funzioni manuali della vostra macchina fotografica. Il libro vi guiderà tra gli elementi fondamentali per lo sviluppo della vostra creatività, passando in rassegna i parametri dell'esposizione, le impostazioni dell'esposimetro, l'istogramma e diverse altre funzioni. L'ultima parte è dedicata all'esposizione con accessori: tubi di prolunga, filtri, ecc. Numerose immagini, tabelle, schemi e disegni vi accompagneranno nella lettura.
Aggiunta al carrello in corso… L'articolo è stato aggiunto

Con l'acquisto di libri digitali il download è immediato: non ci sono costi di spedizione

Altre informazioni:

ISBN:
9791220326513
Formato:
ebook
Editore:
Youcanprint
Dimensione:
11.3 MB
Lingua:
Italiano
Autori:
Felice Placenti
Anno di pubblicazione:
2022
Protezione:
nessuna

Recensioni degli utenti(1 recensione)

  • Pubblicato da [email protected] il 19 Mar 2021

    5
    Testo chiaro, lineare, completo. E molto pratico

    Voglio mettere in rilievo i pro e i contra di quest’opera. I contra: • Titolo. Eliminando un sottotitolo parzialmente ripetitivo, si sarebbe potuto dire semplicemente “Guida all’esposizione in luce naturale”. • Destinatario. Se ci si rivolge al fotografo esperto o quasi, non gli si spiegherà la profondità di campo; a un principiante o quasi, si risparmierà l’RGB o il soffietto macro. L’autore invece cerca di accontentare entrambi non so con quale risultato. I pro: • Esposizione. Chiara e lineare, sintatticamente pulita e senza improprietà lessicali, che non stanca il lettore, che lo fa volare alla conclusione dell’opera senza spreco di tempo e sforzi di comprensione. Questa qualità, difficile da trovare ma preziosa, qui è costantemente di casa. • Concretezza. Ridotta all’essenziale la teoria, si abbonda in esempi corredati da immagini e illustrazioni varie, in suggerimenti e in “trucchi del mestiere”, che di solito gli autori sono restii a divulgare. Si va al sodo. • Completezza. Quello che ho già definito un quasi difetto, a pensarci bene è il “più zucchero non guasta bevanda”, che magari io avrei messo in un angolo, come appendice di approfondimento, ma che può sempre giovare al lettore più esigente. • Partecipazione. L’autore non espone la materia in modo asettico, come chi pensa “io ve l’ho detto, il mio compito finisce qua, ora sono affari vostri”, no, si mostra coinvolto, si vede che gli sta a cuore il lettore, che ci tiene a non scontentarlo, che lo stimola a migliorarsi. • Stimolo. A chi non ama leggere le istruzioni per l’uso, perché le ritiene scritte male (da ingegneri per ingegneri), l’autore consiglia vivamente di leggerle, anzi di impararle a memoria. E a me che preferisco apparecchi semplici e spartani, senza fronzoli e gadget inutili, è invece venuto il desiderio di capire e apprezzare anche la complessità e la versatilità della mia fotocamera, ergo eccomi qua a studiarmi il libretto delle istruzioni! Conclusione: a parte qualche neo, tra l’altro ininfluente, l’opera si legge con piacere, se ne trae grande vantaggio pratico, lascia pienamente soddisfatti. Soldi benedetti.